iPhone 6 e 6 Plus aggiustare e riparare vetro rotto PUNTOPHONE

image

Alla fine iPhone 6 è stato ufficializzato e porta con sé una grande quantità di migliorie a livello di scheda tecnica e caratteristiche. Il melafonino di nuova generazione, che e’ uscito il 19 settembre con un prezzo di partenza – sotto contratto biennale – di 199 dollari che diventano 729 euro, 839 euro, 949 euro con prenotazione dal 26 settembre per l’Italia. Sarà dotato del nuovo sistema operativo iOS8, monterà il processore Apple A8 a 64bit con 2 miliardi di transistor e processo produttivo a 20 nanometri, si avvarrà di una fotocamera iSight da 8 megapixel con sensore con pixel da 1.5 micron, apertura f/2,2 e videorecording Full HD fino a 60fps oltre che slow motion a 240fps. Ci sarà il flash True Tone e sul fronte un sensore FaceTime HD da f/2.2. Il display sarà di natura Retina HD con una diagonale da 4.7 pollici e una risoluzione da 1334×750 pixel. Dopo il salto, la scheda completa.

Tanti rumors in arrivo su iPhone 6, per andare a cercare di recuperare il più in fretta possibile terreno dai rivali sempre più veloci. Sarebbe addirittura già in programma una maxi-produzione di 80 milioni di pezzi. Si parla inoltre di un prezzo che finalmente sarebbe più basso di quello attuale (729 euro per la versione da 16GB, 839 euro per la 32GB e 949 euro per la 64GB) di circa 100 euro, così da raccogliere un maggiore pubblico. Ma c’è anche un’opinione controcorrente che invece ribalta tutto pensando a un prezzo più alto. Le ultime voci di corridoio parlano di un’antenna 4G LTE migliorata per più performance in velocità di download e upload in tutto il mondo (dove disponibile) e si punta anche, finalmente, sul chip NFC (Near Field Communication) per pagamenti senza fili e contatti al volo, comunicazione sicura a breve raggio e pairing con accessori al volo. Infine, probabile anche la possibilità di ricaricare la batteria senza fili.

L’ultima immagine paparazzata, i mockup dei due modelli da 4.7 e 5.5 pollici. Cambierebbe il lato hardware con uno schermo che sarebbe da 4.7 pollici e da 5.5 pollici per una doppia versione. Lo spessore sarebbe di soli 6 millimetri (ma altre voci parlano di 6.7-71mm) con dimensioni finali non così differenti da quelle di Samsung Galaxy S5 con 142mm x 72,5mm per il coreano e 140 x 68,2 mm per il californiano. Sembra anche probabile la presenza di uno stabilizzatore elettronico e non ottico per la fotocamera.

Ecco un’ampia raccolta di tutti i rendering apparsi finora sui mockup del nuovo smartphone di Apple che dovrebbe essere presentato il prossimo autunno. Lo schermo sarà di doppia dimensione in una concezione piuttosto suggestiva che lo piazzerebbe mediamente dunque più vicino ai 5 pollici a risoluzione Full HD mentre sembrano tramontare le possibilità di vederlo con integrato un pannello solare per la ricarica e possa anche “curvare” il design per una presa più ergonomica. Si parla del vetro zaffiro per la protezione e su una cornice sottilissima così da offrire un tutto-schermo. Inoltre, vista la recente acquisizione della società PrimeSense si pensa a un sistema di controllo innovativo.

Sarà una sorta di policarbonato simile a quello utilizzato con i vecchi MacBook e iBook con uno schermo da 4.5 pollici di diagonale e non mancherà il pulsante home per un prezzo che potrebbe essere anche della metà rispetto a quello ad esempio di iPhone 5S, magari però con tecnologia TouchID per la lettura dell’impronta digitale. iPhone 6 e’ il nome dello smartphone Apple. Il nuovo iPhone 6 potrebbe monta addirittura un display da 5.5 pollici (oltre che da 4.7 pollici) aumentando dunque in modo sensibile la diagonale rispetto a iPhone 5S che – già di per sé – si era fermato a 4 pollici.

La scocca sarà del tutto simile a quella di iPhone 5S, compreso il rapporto tra altezza e larghezza, dunque con un aspetto piuttosto oblungo. Aumentando la diagonale aumenta anche la superficie e dunque i componenti potrebbero essere meglio spalmati assottigliando ancora di più il profilo. La conseguenza sarebbe così uno spessore più limato. La scheda tecnica possibile di iPhone 6 potrebbe così includere un Retina Display da 4.7 o 5.5 pollici, un processore quad core con 2GB di Ram, una memoria interna fino a 128GB, una fotocamera da 8 megapixel sul retro, con videorecording Full HD e una sul fronte 720p per videochiamate. Non mancano GPS, Wi-Fi, Bluetooth e anche NFC.

Apple ha acquistato PrimeSense – la società che aveva lavorato alla barra sensore di Xbox, Kinect, per Microsoft e dunque si vocifera su una prossima applicazione sui dispositivi mobile delle tecnologie per controllare davvero senza contatto, semplicemente con gesture avanzate e magari anche con il riconoscimento dei movimenti e il riconoscimento facciale evoluto. Per quanto riguarda le caratteristiche, si punta su dimensioni davvero importanti da 4.7 pollici o addirittura di 5.7 pollici quindi rispettivamente un rivale degno di Samsung Galaxy S4 e HTC One oppure dei phablet giganteschi come Samsung Galaxy Note 3. Una serie di caratteristiche hardware e software: le prime due riguardano la struttura e i componenti interni, la terza le funzionalità e sembra la più probabile delle tre visto che punta su una nuova generazione di Siri più evoluto, completo e migliore nell’interazione con l’utente.

Apple sembra intenzionata a voler pensare ancora più profondamente al medio range e potrebbe così svelare ancora una volta un secondo esemplare che sarà più spesso, più grande e al tempo stesso più economico del precedente visto l’uso anche di materiali meno pregiati come la plastica al posto dell’alluminio.

iphone-6-plus-reachability

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


© Q&BGRAFICHE 2013 - 2017